Attendere prego...

In primo piano

Expo 2015: Gemellaggio Lombardia-Campania per dieta Mediterranea - 24/03/2015

 Pubblicato il 03 Apr 2015
Un gemellaggio all'insegna del cibo di qualità, del made in Italy e della lotta alla contraffazione dei prodotti italiani.
Lombardia e Campania si ritrovano alleate nel nome della dieta mediterranea, una delle peculiarità italiane in vetrina all'Expo.
A sancire il gemellaggio è arrivato a Napoli il governatore lombardo Roberto Maroni e, con lui, il governatore campano Stefano Caldoro che ha anticipato il progetto per la elaborazione di una Carta Mediterranea per l'Infanzia di cui la Campania sarà capofila all'Expo.
Il governatore lombardo ha mostrato apprezzamento per la pratica del Qr Code, la misura della Regione Campania che si rivolge alle imprese che vogliono il proprio prodotto certificato dalla Regione. Grazie al codice a barre impresso sul prodotto chiunque abbia un cellulare può accedere alle analisi sul cibo fatte
dall'istituto zooprofilattico della Campania.
La misura è stata finanziata dalla Regione con 17,8 milioni di euro. Alle aziende che aderiscono - tra le 6 e le 7 mila quelle attese - va un contributo sotto forma di voucher del valore di 2500 euro.
Altra novità è la Carta Mediterranea dell'Infanzia. La Regione Campania, infatti, andrà all'Expo come capofila di un nutrito gruppo di Regioni (12) per la diffusione della Carta, un vademecum che servirà a diffondere la cultura della dieta mediterranea sin dai primi anni di scuola per tutti gli allievi in età scolare, dalle scuole dell'infanzia fino alle elementari.
Il progetto, che verrà presentato all'Expo il 25 luglio, ha preso il via oggi con l'elaborazione della Carta con 50 esperti divisi per vari comparti. Previsto anche un focus sulle mense con tavoli tecnici cui hanno preso parte nel pomeriggio esperti e delegati delle Regioni. La Carta sarà un vademecum cui le Regioni - su input della Conferenza Stato-Regioni - potranno attingere e così gli enti locali. In cantiere anche una manifestazione d'interesse che Regione e Osservatorio per la dieta mediterranea lanceranno nei prossimi giorni ai ristoranti campani per l'adozione di un piatto della dieta mediterranea che beneficerà di un bollino di qualità. 
Nel corso della mattinata, circa mille studenti provenienti da cinque scuole del settore alberghiero hanno ascoltato l'intervento di tre chef stellati che hanno spiegato i vantaggi di una corretta alimentazione: Alfonso Iaccarino (del don Alfonso 1890), Giuseppe Stanzione (Le Trabe), Raffaele Vitale (Casa del Nonno 13), cui si sono aggiunti Carmine Fischetti (uno dei titolari di Oasis) e l'enologo Franco De Luca. "Una volta messa a punto - spiega il presidente dell'Osservatorio della dieta mediterranea Vito Amendolara - la Carta sarà un vademecum in grado di diffondere la cultura della dieta mediterranea agli allievi piu' piccoli delle scuole, da quelle dell'infanzia fino alle elementari. Al progetto daranno il loro contributo 50 esperti divisi per vari comparti. Previsto anche un focus sulle mense scolastiche con tavoli tecnici appositi. La Carta sara' un vademecum cui le Regioni - su input della Conferenza Stato-Regioni - potranno attingere per fornire le linee guida del mangiar sano agli enti locali, a partire dai comuni. A breve, inoltre - annuncia Amendolara - ci sara' anche una manifestazione d'interesse che Regione Campania e Osservatorio per la dieta mediterranea lanceranno ai ristoranti campani per l'adozione di un piatto della dieta mediterranea. Ai piatti che rispetteranno i dettami di una corretta dieta - conclude il presidente dell'osservatorio - verra' riconosciuto un bollino di qualità". 
 
 
Vai al link tematico multimediale della Regione Campania: 
Carta Mediterranea per l'infanzia
I Progetti